Home >> Poesie e Filastrocche >> San Martino

San Martino

La leggenda narrà che San Martino tagliò in du parti il su mantello e ne donò metà ad un povero nuedo e freddoloso. Dio lo ricompensò rendendo il clima mite nonostante fosse quasi inverno. Da questa leggenda nasce la cosiddetta “Estate di San Martino” conosciuta in tutta europa e che cade nella seconda decade di novembre. San Martino si festeggia l’11 Novembre.
Giosuè Carducci dedica una delle sue poesia a questo periodo dell’anno durante il quale si preparano i nuovi vini e iniziano le migrazioni degli uccelli.

San Martino

Colora San MartinoLa nebbia a gl’irti colli
piovigginando sale,
e sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar;

ma per le vie del borgo
dal ribollir de’ tini
va l’aspro odor de i vini
l’anime a rallegrar.

Gira su’ ceppi accesi
lo spiedo scoppiettando:
sta il cacciator fischiando
su l’uscio a rimirar

Tra le rossastre nubi
stormi d’uccelli neri,
com’esuli pensieri,
nel vespero migrar.

Giosuè Carducci

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top